Cronachesorprese

1 gennaio 2020

Quello che gli extraterrestri non sanno

Filed under: cronache — alessandro @

Sta girando molto un’immagine di due extraterrestri che parlano tra loro e dicono:
“Ma cosa festeggiano?”
“Il loro pianeta ha fatto un giro completo intorno alla stella”
“Te l’avevo detto che non erano intelligenti”.
Vedo che molti la apprezzano e la trovano divertente: a me non piace. Sì, l’uomo è un animale simbolico, diceva Cassirer. Ed è vero. Vuol dire forse che è poco intelligente? La ritualità, l’attività simbolica innestate sulla definizione di segni convenzionali condivisi per descrivere una regolarità che non è inventata (perché la terra gira davvero intorno al sole in un periodo preciso) è segno forse di scarsa intelligenza? Un ciclo di tempo, di stagioni, di eventi astronomici che si ripete sempre uguale non dovrebbe avere alcuna incidenza sulla coscienza, sulle abitudini delle comunità umane? Mi sembra davvero un’idea molto misera di “intelligenza”; nonostante ciò, non direi mai che chi ride per quell’immagine sia “poco intelligente”. Penso piuttosto che rida degli eccessi di entusiasmo, dell’obbligo di “divertirsi a capodanno”, del parossismo che spesso accompagna la celebrazione dell’inizio di un nuovo anno e che causa anche incidenti assurdi: se l’intenzione è quella ci sto dentro. Però credo che sia bello e giusto fermarsi una volta all’anno e ricordarsi che qualcosa ricomincia, e dire simbolicamente che un anno “nasce”. Anche se la data del capodanno è un termine convenzionale non dovrebbe offendere l’intelligenza di nessuno, perché comunque qualcosa si ripete, ed è una ripetizione che dà certezza e struttura alla vita. Non facciamo i superuomini, che tanto siamo terrestri: con la terra giriamo da sempre, extraterrestri non lo saremo mai, e a me non dispiace per niente. E soprattutto non spaventiamoci della nostra insopprimibile necessità di rappresentare la realtà attraverso simboli, e di cercare senso e significato. Maria, Madre di Dio, oggi è la tua festa: tu che hai portato in grembo il senso di tutto, non farmi scandalizzare mai del mio desiderio di cercarlo.
Buon 2020, e buoni anni venti a tutti: che siano ruggenti, ma senza proibizionismo! E magari anche senza snobismi e sociopatie travestite da razionalismo.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento


Powered by WordPress. Theme by H P Nadig