Cronachesorprese

12 marzo 2019

Agre parole

Filed under: parole, non fatti — alessandro @

limonata san fabiolimonata d'arancia san fabio

Limonata e aranciata sono termini ormai di uso comune, ma mi sono sempre chiesto perché, analogamente, nessuno ha mai detto “chinottata”. Forse perché suona male, ma il risultato è che molti non sanno neanche che il chinotto è un agrume. Il punto è che le parole non si formano sempre secondo procedimenti lineari e logici.

Qualche anno fa è stata sollevata la questione della correttezza del termine “orzotto” formato in analogia a “risotto”: secondo alcuni il risotto è anche un procedimento che è nato per il riso ed è stato applicato in seguito ad altri cereali, quindi “orzotto” (oggettivamente brutto) non si giustifica, sarebbe meglio dire “orzo risottato” o “risotto d’orzo”. Non riesco a decidere chi ha ragione, ma so che, come sempre in questi casi, sarà l’uso a decretare l’inizio della vita reale di una parola (non basta che la usi uno chef una volta o qualche ristorante, bisogna che si affermi, che tutti la capiscano alla prima senza fare smorfie o polemiche o mettersi a ridere).

Comunque applicando l’idea del risotto come procedimento alle bevande si potrebbe giustificare in linea teorica la scelta della premiata ditta “San Fabio” (a parte la confusione sulle preposizioni). Ma bisognerebbe capire se è nata prima la limonata o l’aranciata.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento


Powered by WordPress. Theme by H P Nadig