Cronachesorprese

27 dicembre 2012

Vita di Pi

Filed under: lo spettatore indigente — alessandro @

vita di pi

Un film “dantesco”, e mi dispiace non poter spiegare perché: sarei costretto a spoiler eccessivi. L’ho visto due giorni fa, ce l’ho ancora addosso e l’ho consigliato a tutti, ma in particolare ad amici cari che amano gli animali. Perché questo è il più convincente e affascinante di tutti i film che ho visto incentrati sul rapporto uomo – animale, e anche il meno scontato.

Eppure non è la storia di un’amicizia tra un uomo e un animale: è piuttosto la storia di un conflitto collaborativo, di una sfida ravvicinata e rispettosa tra due creature costrette a convivere in uno spazio ristretto. Che è, indubbiamente, metafora di un ambiente che sta diventando sempre più stretto e che costringe uomini e animali a confrontarsi sempre più da vicino. “Occuparmi di lui, delle sue necessità – dice a un certo momento il protagonista – mi costringeva a tenermi sveglio, a tenermi in vita”. Occuparmi di lui per occuparmi di me. L’unico modo possibile per occuparmi di me.

Non è dunque metafora banalmente animalista o ambientalista, tutt’altro. E non c’è una composizione finale del conflitto, c’è un esito spiazzante, che è come un’apertura. Dal punto di vista narrativo tutte le scelte sono convincenti. Nell’improbabilità estrema delle vicende narrate la storia si sviluppa con una tale coerenza che alla fine il narratore si prende anche il lusso di suggerirne una chiave di lettura radicalmente diversa, che la risignifica senza disintegrarla.

Venendo ai pregi più tecnici: fotografia e riprese spettacolari, scene che non riesco a capire come siano state girate; un’immersione totale nell’avventura come non mi capitava da tempo al cinema; facile “crederci”, facile essere dentro al film, anche senza il 3D (che probabilmente è consigliabile, anche se io me lo sono goduto pienamente in versione normale).

Bravo Ang Lee. Ogni nuovo film è sempre meglio.

1 commento »

  1. bello….voglio vederlo

    Comment by silvia — 27 dicembre 2012 @

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento


Powered by WordPress. Theme by H P Nadig