Cronachesorprese

24 marzo 2009

Una bufala di pizza

Filed under: il consumatore non consumato — alessandro @

No, dai, il titolo è troppo cattivo. La pizza dei Fratelli La Bufala non è una bufala. Era un po’ che volevo provare quella pizzeria di via Colombo e stasera è capitata l’occasione.

Il locale è veramente gradevole. Corrisponde forse a una tipologia più americana che italiana: è curiosa questa pizzeria di ritorno fatta in Italia da emigranti italiani che hanno lavorato bene e ora aprono in franchising un po’ ovunque, madrepatria compresa.
La scelta di puntare su prodotti tradizionali e di qualità è apprezzabile. Non solo pizze. Carne e mozzarella di bufala campana arrangiate in ricette non tradizionali ma non esageratamente estrose.

La pasta della pizza è più che onesta, anche se troppo morbida per i miei gusti. Io la preferisco un po’ più croccante. Ma intendiamoci, ce ne fossero in giro di pizze così.

È un’altra, a mio modesto parere, la cosa che non va. E la scrivo qui nello spirito di una critica costruttiva, visto che sono gli stessi titolari a invitare a farlo (scrivono sul sito: “qualsiasi suggerimento per il nostro miglioramento è sempre ben accetto”). Per me è inconcepibile che nella scelta delle pizze di una pizzeria che si presenta come vessillifera della tradizione gastronomica campana soltanto quattro, cinque pizze su una ventina abbiano il pomodoro pelato come ingrediente. Tutte le altre sono bianche e poche altre hanno pomodorini tipo pachino. Non dico che sia inaccettabile, perché comunque la scelta base delle pizze tradizionali (margherita, marinara e capricciosa) c’è. Però per me la pizza senza pomodoro (e senza una dose generosa di pomodoro, non quelle colorazioni tipo fondo tinta che si trovano spesso in pizzerie da quattro soldi) non conta. Può essere anche molto buona, ma a me non va di chiamarla pizza. E se vado in una pizzeria che vuole essere “verace” non mi sembra una bella cosa che il 70% della scelta di pizze non sia fatta di vere pizze.

Scusate la pizza :-)

9 commenti »

  1. Prova anche “Regina Margherita”, recentemente aperto in P.zza Della Vittoria (ex negozio Vobis). Pizze napoletane molto buone. E vale una menzione anche “Rosso Pomodoro”, alla Fiumara e alla Nuova Marina vicino all’aeroporto.

    Comment by Andrea Beggi — 24 marzo 2009 @

  2. da due martedì (e per i prossimi quattro) ceno al RossoPomodoro di Sestri e ho intenzione di provare più pizze possibili. per ora bilancio molto positivo, e la pasta molla è una costante :)

    Comment by Tambu — 25 marzo 2009 @

  3. preciso: mi piace la pizza non proprio croccante, ma neanche troppo soffice.
    ok tambu, e quanto a pomodoro il locale fa fede al suo nome?
    grazie andrea, proverò anche regina margherita e ne riparleremo. farò una top ten di pizzerie genovesi.

    Comment by alessandro — 25 marzo 2009 @

  4. Ci ho mangiato molto spesso a Milano, ed a Milano, chi lo sa perche’, trovare una buona pizza e’ un’impresa, e non mi e’ mai sembrata male.
    Comunque la cosa che volevo dire e’ questa: finalmente un post senza Facebook…

    Comment by Nick — 25 marzo 2009 @

  5. non è male, infatti. e a londra le pizze buone si trovano?
    come sarebbe a dire “finalmente un post senza facebook…” a fb dedico un post alla settimana (alla domenica per la precisione) non uno di più e non uno di meno :-)

    Comment by alessandro — 25 marzo 2009 @

  6. Ottime pizze a Londra, meglio che a Milano credici.

    Comment by Nick — 26 marzo 2009 @

  7. Verissimo! Segnalo “Schpaccanapule” a Soho, e Pappagone e La Porchetta a Finsbury Park… Anche la pizza al taglio di Franci non e’ male. Tu Nick chi mi segnali? Se famo ‘na pizza la settimana prossima?

    Comment by teresa — 27 marzo 2009 @

  8. io voto la funicolare per la pasta croccantina e sottile. anche a giro pomodoro se la cavano, però.
    se vai da regina margherita prova la regina parmigiana e scoprirai cos’è la lussuria :) sbav

    Comment by estrellita — 11 maggio 2009 @

  9. la funicolare ha una pasta eccellente, ooncordo.
    da regina margherita sono stato ma ho preso, per metterli alla prova, una margherita :-) beh, niente male. meglio dei la bufala, non c’è dubbio.

    Comment by alessandro — 12 maggio 2009 @

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento


Powered by WordPress. Theme by H P Nadig