Cronachesorprese

30 dicembre 2008

Psicotribuno

Filed under: il viandante digitale — alessandro @

Beppe Grillo continua a collezionare figuracce, e i grillini continuano a non accorgersene. Il link al post non lo metto perché non se lo merita, vi rimando alla spiegazione di Matteo Moro e a tutti gli altri commenti.

Grillo non usa internet, Grillo è un parassita della rete. Uno che disprezza il senso e la natura della rete e la piega a strumento di consenso plebiscitario, concentrato sulla sua persona. Grillo può dire ciò che vuole, può accusare Google Italia di una ridicola “censura morbida” senza mai essere ripreso da nessuno dei suoi adepti. Cosa c’è di buono in questo? Niente.

Basta una blanda e approssimativa conoscenza di internet per capire, o almeno ipotizzare, che la mancanza della stringa di ricerca “beppe grillo” nelle proposte automatiche di google suggest non può essere una censura. O almeno: prima di ipotizzare una censura attiva bisogna considerare qualche elemento in più, fare delle verifiche incrociate, magari chiedere in giro, visto che internet è piena di punti di vista interessanti su tutto, e in particolare sui meccanismi stessi della rete. Ma, per l’appunto, Grillo con la rete non c’azzecca, come direbbe il suo amico Di Pietro. A Grillo non interessa capire come funziona internet e usarla di conseguenza, a Grillo interessa il consenso, e basta. Da questo punto di vista non è molto diverso da quello che lui chiama con disprezzo lo psiconano. E non è un caso, perché entrambi sono stati protagonisti della televisione negli anni ottanta.

Ora sono curioso di vedere se lo psicotribuno avrà il coraggio di usare questa bufala in uno dei suoi prossimi comizi. Secondo me, per come è fatto, potrebbe strafottersene dello sbufalamento e gridare alla censura da parte di Google anche dalle piazze. Come sappiamo bene dalla degenerazione del costume politico, la sensazione di impunità è una cattiva consigliera.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento


Powered by WordPress. Theme by H P Nadig