Cronachesorprese

27 maggio 2008

Sidney Pollack

Filed under: lo spettatore indigente — alessandro @

Quando un regista dirige dodici attori premiati con l’ oscar, quasi tutti prima della consacrazione dell’academy award, forse con gli attori ci sa fare.
Come eravamo, Non si uccidono così anche i cavalli, La mia Africa. E poi vabbé, I tre giorni del Condor. Non proprio quei film che scivolano via anonimi. Anche Tootsie: quando l’ho visto al cinema mi sono quasi sentito male dal ridere, è un bel ricordo cinematografico. E tra i più recenti Il socio, non all’altezza dei precedenti ma godibilissimo. L’anno scorso Pollack si è anche tolto la soddisfazione di tornare a fare l’attore, come ai suoi esordi nel cinema, in un ottimo film.

2 commenti »

  1. già!!!

    Comment by silvia — 28 maggio 2008 @

  2. È proprio vero: sono film che resistono alle visioni successive, il che è sempre un grande pregio.

    Comment by galliolus (aka searcher) — 28 maggio 2008 @

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento


Powered by WordPress. Theme by H P Nadig