Cronachesorprese

31 marzo 2008

Marzo 2008, statistiche

Filed under: forse cercavi — alessandro @

marzo 2008, grafico statistiche

È bastato pubblicare questo post all’inizio del mese per intercettare molti accessi da chiavi di ricerca come “libri in uscita”, “libri in uscita marzo 2008″ e simili. Sono diversi e costanti nel tempo, quasi ogni giorno.
Fino alla metà di marzo il traffico è stato inferiore di circa il 10,7% rispetto a febbraio: prevedibile, visto che i picchi si erano verificati prima del 15 febbraio. Il vero crollo si è avuto dopo, con l’effetto combinato della pasqua e del problema dello spam nei post, come si vede dal grafico. Un fine mese disastroso come accessi, in cui ho toccato minimi che non vedevo da tempo. Credo che in parte dipenda anche dalla chiusura temporanea di Blogbabel: c’è meno circolazione di contenuti, c’è meno discussione in questi giorni. Molti di noi erano abituati a cominciare da lì. Io ho sempre guardato prima la home di blogbabel e poi il feedreader, e come me credo molti altri.

Alcuni referrer curiosi

Gambizzo che significa?
Che sei un pivello, per tua fortuna

Bella la vita in prima declassata
Ah, ecco cos’era “il carrozzone” di Renato Zero

Canzone, no, tu mi ha fa fa’
Eeeeh? :-)

sandali in ferro
Pratici per palombari, aspiranti suicidi e vergini di Norimberga

Veicoli senza nient’altro che il pensiero
Non illudetevi, possono essere ugualmente lentissimi…

Cruscotto consumato dal sole
Se hai una 127 color puffo forse è giunto il momento di cambiarla, invece di pensare a come rifare una verginità al cruscotto

Youtube dopo uscita di Simonetta reazione di Marco
Felice di non poterti aiutare :-)

Andrea Doria omosessuale
Passi John Wayne, ma Andrea Doria lasciatemelo stare… che notizia.

Algoritmi con i piselli
Un consiglio da amico: meglio metterci un po’ di fantasia :-)

A che punto del film è la scena caos calmo
Più vicino alla fine che all’inizio. “Anche” per questo la trovi più facilmente con il rewind che con il forward

è difficile spiegare certe giornate al mare testi
ahaha, ma allora non sono l’unico :-)

altri

Bacio serio
Come comunicare con un narcisista
Jannacci rincoglionito
Perché ho il setto nasale bucato?
Fondi computer con teschi

Voisietequi, politometro e relatività generale

Filed under: dichiarazioni di voto — alessandro @

sondaggio voisietequi di openpolis

So che Radiouno ha fatto qualche domanda a Gianluca Neri sul successo tra i blogger del sondaggio di Openpolis, ma non ho ancora avuto modo di ascoltare l’intervista, eccetto il breve estratto che ho sentito al Giornale Radio delle otto di stamattina. Il blogger di Macchianera dice in sintesi che è naturale che un sondaggio che dà una posizione della persona rispetto alle proposte politiche venga accolto con favore dai blogger, e mi sembra un punto di vista condivisibile. Se riesco a sentire l’intervista farò un aggiornamento.

Ad ogni modo anche a me piace il Voisietequi di OpenPolis, come mi piacerebbe vedere anche altri tentativi. Il Politometro di Repubblica, che ho trovato leggendo un post di Radiowaves, mi convince meno perché sembra fatto apposta per confermare la visione del mondo della testata. Già chiamare l’asse delle ascisse conservatori – progressisti (progressisti valori positivi e conservatori valori negativi, naturalmente…) è discutibile, sarebbe meglio chiamarlo destra – sinistra. Ma l’asse delle ordinate laici – confessionali se lo potevano proprio risparmiare… :-) A onor del vero il politometro viene presentato come “semiserio”, quindi può andare.

Ad ogni modo, come si vede, sono stato punito per aver dato del fesso a Boselli: ora me lo trovo come il più vicino, o il meno lontano. Però preferisco questa vicinanza, del tutto relativa, a quello che viene fuori dalle domande di Repubblica, che a mio parere sono un tantino più categoriche di quelle di Openpolis (anche nel modo in cui sono formulate) e finalizzate a dividere in due grandi gruppi, più che a valorizzare le posizioni mediane e le sfumature. In quello di Openpolis sono pericolosamente vicino a Boselli ma fondamentalmente sono equidistante da Pd e Pdl, che è un dato che ritengo corretto per quanto mi riguarda. In quello di Repubblica sono sprofondato nello Stige dei conservatori confessionali, e francamente non capisco perché.

Sarebbe bello che ci fossero anche altri tentativi, magari con set più affollati di domande, anche più complesse. Questionari che chiedano un impegno maggiore di pochi minuti. E che spingano anche a documentarsi meglio, perché se mi fai una domanda tipo “ma i neger foeura di ball o no?” (che sarebbe poi la domanda: la bossi fini va abolita o mantenuta?) rispondo sì o no senza pensarci su molto; se invece mi presenti un articolo, un aspetto particolare della Bossi Fini senza dirmi che è la Bossi Fini e mi chiedi se e quanto sono d’accordo, forse il test risulta più siginificativo.

Insomma, l’idea di questo tipo di sondaggio mi piace. Ma, come è nella logica della rete, sarebbe bello che ce ne fossero di più e molto diversi tra di loro.

30 marzo 2008

113, un'idea di rete

Filed under: cronache — alessandro @

Nello speciale sul 68 dell’Ansa si racconta, tra molte altre cose, che il 113 è nato in quell’anno e si spiega il successo di un numero nazionale unico di emergenza che è stato, pare, un caso di comunicazione di massa riuscito più e prima di altre esperienze analoghe in altri paesi.
A far esplodere la popolarità del servizio, secondo il racconto dell’Ansa, fu il caso di una bambina calabrese che aveva ingerito un colorante tossico: i medici stessi chiamarono il 113 per trovare più velocemente un contatto con la società produtttrice. Forse oggi avrebbero usato google? Forse. L’emergenza è emergenza. E nell’emergenza anche i professionisti (i medici, in questo caso) devono rivolgersi a una rete per arrivare a una soluzione. Il 113 era già nel 68 un’idea adatta alla rete: conta la capacità di cercare e trovare l’informazione, non la padronanza dell’informazione.

29 marzo 2008

Interattività

Filed under: cronache — alessandro @

Dice Boselli presentando il suo blog che ogni giorno si potrà scrivere per fare domande e per dire quello che si pensa sul suo operato.
C’è qualche amico informatico che ha voglia di farmi un programmino che scriva ogni giorno sul blog di Boselli “Sei un fesso”?

27 marzo 2008

Ancora rumenta nei post

Filed under: cronache — alessandro @

Non ho ancora risolto, come si vede, il problema dello spam negli articoli. Non è bastato l’upgrade di wordpress. A parte quel plugin che non funziona in rete non ho trovato nulla. Non so che fare.
Faccio un’altra ipotesi: il problema potrebbe essere collegato ai feed, visto che lo spam sembra fatto apposta per loro: il testo marcato con u style=”display:none”, infatti, non si vede nei post ma nei feedreader sì. Riuscissi a capire quando il problema si verifica sarebbe un passo avanti: sembra che non ci sia un momento preciso, che so, un tempo definito dopo la pubblicazione, e non si verifica neanche per tutti i post.
Io brancolo ufficialmente nel buio. Se a qualcuno si accende una lampadina venga da queste parti a illuminare un po’ :-)

Pagina successiva »

Powered by WordPress. Theme by H P Nadig