Cronachesorprese

24 ottobre 2007

Giovani epigrammisti crescono

Filed under: reading — alessandro @

Comprerò appena possibile il libro sui fincipit di Eio. Per certi versi mi ricorda il mio concittadino Gino Patroni, che nei suoi libri di epigrammi metteva delle cose che non erano rigorosamente fincipit ma si avvicinavano abbastanza. Qualche esempio, di quelli che mi ricordo a memoria: “Erano le cinque della sera, le cinque della sera, le cinque della sera sull’orologio fermo”; “Mensa popolare – Una minestra di verdura, ed è subito pera”. “Cantami o diva del pelide Achille quello che vuoi”. “Infarto in trattoria – Verrà la morte e avrà i tuoi gnocchi”.
Credo che Gino apprezzerebbe molto i fincipit.

4 commenti »

  1. Tournée di Adelmo Fornaciari in Sardegna = “Dulcis inglesiente”.

    Comment by Piergiuseppe — 24 ottobre 2007 @

  2. anche quelli di achille campanile non erano male.
    tipo: non c’è alcun rapporto fra gli asparagi e l’immortalità dell’anima.
    :-)

    Comment by alga — 24 ottobre 2007 @

  3. poi me lo duplichi se ti do un cd-r? :D

    Comment by caino — 25 ottobre 2007 @

  4. e come te lo duplico? ho detto che sono epigrammi, non ologrammi :-)
    vabbé, domani te lo porto…

    Comment by alessandro — 25 ottobre 2007 @

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento


Powered by WordPress. Theme by H P Nadig