Cronachesorprese

19 dicembre 2005

Consumare la musica

Filed under: le specie musicali — cronachesorprese @

Se c’è una cosa che proprio non perdono a quella macelleria del canto che chiamano karaoke è il suggerire che più canti uguale all’originale e meglio è. Il bello della musica popolare, facile o difficile, commerciale o ricercata (perché anche la musica ricercata può essere popolare, a mio parere) è il prestarsi alle interpretazioni. E’ lo spirito della cover. Un brano ha successo finché a qualcuno viene voglia di farne una cover. Qualche anno fa per gioco mi sono messo a cercare con Winmx tutte le interpretazioni possibili di Summertime. Ne ho tirate giù circa 150, diversissime tra loro, quasi tutte molto interessanti. Summertime è un caso particolare, è uno standard ma è stato tradotto in tutti i generi nello spirito della cover, appunto, più che dello standard jazz.
Ad ogni modo il vero valore di un brano si misura su quante cover può vantare senza snaturarsi. O meglio anche snaturandosi dal punto di vista musicale, ma senza perdere una certa sua riconoscibilità. Il numero di cover dà una specie di link popularity di un brano.

Chi vuole divertirsi vada a sfruculiare in questa miniera.

18 dicembre 2005

Siamo Forty

Filed under: chiedici le parole — cronachesorprese @

Questi 40, grazie a Dio, hanno avuto senso e compagnia in abbondanza. Sono sicuro e sincero: la mia unica aspirazione sarà tentare di restituire l’uno e l’altra a chiunque capiterà sulla mia strada, in tutto ciò che i miei limiti consentiranno di fare.


Powered by WordPress. Theme by H P Nadig